save the earth

Save the Earth for Vogue

My tribute to the Director’s blog to the the “Save the Earth”topic:

Il mio contributo al Blog del Direttore sul tema “Save the Earth”:

Alessandra F. – 4 days ago

All started one day when God created the sky and the earth. The earth that at the beginning was shapeless and empty then came alive. Then God created the sea, the mountains, the sky and the stars. The plant life, the animals and finally the human being. Then we know what happened. It is the story of fights and conquests for the domain of people and the hegemony on the earth. But also stories of big scientific discoveries, and poets, famous artists and stories of writers that have been handed on from generation to generation so that the fruit of  the lived and the knowledge has been preserved and arrived to the present day. We, human people, have become the dominant species, thanks to all the progress that we have done over the centuries, so we have conditioned the enviroment and all the others forms of life. The civilizations have evolved and the technology is evolving ever more sustained, so I wonder where we will be in 50s years and at that point my mind is bombed by a sequence of images and concepts that travels at the speed of light and they project themselves on who knows what galaxy or unknown universes. But then I stopped myself and I try to take back to reality. Yes because the reality is one that is out there, the word that we’re living just now. The here and now. The garden that I see downstairs, the neighbour’s vegetable garden, the river that flows nearby and brings water. Once more…the sea of my hometowns, the mountains before, the border territories, the wonderful gulf that frames the magnificent Unità d’Italia square, its historical caffee where one time famous poets and intellectuals were used to meet. So travelling between the past and the present I think that the time to loosen the reins a little, to enjoy the fruits that mother Earth gives us every day, showing us less greedy and most grateful has probably arrived, after all we are still “human” beings.

Alessandra F. – 4 giorni fa

Tutto ebbe inizio quando un bel giorno il Signore creò il cielo e la terra. La terra che al principio era informe e deserta prese poi vita. Dio creò il mare, le montagne, il cielo e gli astri, la vita vegetale, quella animale e infine l’uomo. Poi, quello che accadde dopo lo sappiamo. E’ storia di battaglie e conquiste per il dominio dei popoli e l’egemonia sulla terra. Ma anche racconti di grandi scoperte scientifiche, storie di poeti, artisti e famosi scrittori che sono state tramandate di generazione in generazione e hanno fatto si che il frutto del vissuto e della conoscenza fosse conservato e arrivasse fino ai giorni nostri. Noi esseri umani, grazie a tutti i progressi fatti nel corso dei secoli siamo diventati la specie dominante, andando così a influenzare l’ambiente e tutte le altre forme di vita. Le civiltà si sono evolute e la tecnologia sta avanzando a velocità sempre più sostenuta, tanto che mi domando fra cinquant’anni dove saremo e a quel punto la mia mente si ritrova bombardata da una serie di immagini e concetti che viaggiano alla velocità della luce, andandosi a proiettare in chissà quali galassie e universi sconosciuti.Ma poi a un certo punto mi fermo e cerco di riprendere contatto con la realtà. Si perché la realtà è quella che c’è lì fuori, il mondo che viviamo adesso. Il qui ed ora. Il giardino che vedo sotto casa, l’orticello del vicino, il fiumiciattolo che scorre lì vicino e lo irriga. E ancora… il mare della mia città di origine, i monti antistanti, i territori di confine, lo splendido golfo che fa da cornice alla magnifica e austera Piazza Unità d’Italia, il suo storico caffè dove un tempo erano soliti incontrarsi illustri poeti e letterati. E così viaggiano fra passato e presente penso che forse è arrivato il momento di allentare un pò le redini per goderci i frutti che madre terra ci regala ogni giorno, dimostrandoci meno avidi e più grati, perché in fin dei conti siamo sempre esseri “umani”.

– See more at: http://www.vogue.it/magazine/blog-del-direttore/2015/04/23-aprile#sthash.j0qkuHX8.dpuf

save the earth2

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...