20150329_102107

Walking around Navigli

Spring finally has arrived…so it seems…and so encouraged by the first sunny Sunday, I decided to go for a nice walk with breakfast at Navigli. Some week ends ago I casually discovered a nice Coffè just there, at the beginning of  Naviglio Grande, where there are all the bars that, starting from apertizer time, are full of people and are opened till late night. The day after, however, while a lot of people are half sleeping and are enjoing that nice sensation of torpidity under the soft duvet, the Naviglio borns in a new life and slowly wakes up while the sun starts to rise, giving as present those colors and flavours typical of the spring time.

So watching at the clear sky and that sun that gradually goes fordward to the horizon, I proceed into the stands which exhibit every kind of stuff and while I wander the Naviglio watching all these objects that retailers sell I get lost. I have always adored market with its colors and parfums, and that sensation of vivacity typical of the district places that only the market has the capaility to share. But then I suddenly became distract by the smell of fresh-backed bread,that comes out from an about to open bakery, when I finally exchange a glance with the sign of “my” bar. Cappuccino and jam brioches, comfortably seated on the chair, now watching at Naviglio and at his magnificent walk, so far low crowded.

But just the time to consume my breakfast, to make a talk with friends, enjoying moments of relax and true life and  here I am ready to stand up to have a walk, that a lot of people appears: young couples going hand by hand, tourists that with curiosity take pictures of a memory book, family and children. Naviglio has waken up, it is animated and fully alive, so I dive into that zigzag of people, browsing the happy and colored stands. for a moment I enjoy the flow of time in that setting that for some hours doesn’t look like Milano, because it gives me that sensation to be catapulted out of tipical daily Milanese frenzy. But it’s Sunday after all and the aim of Sunday is to enjoy your time, easy going, without resentments😉

Finalmente la primavera è arrivata…così sembra… e quindi incoraggiata dalla prima domenica di sole, ho deciso per una bella passeggiata con annessa colazione sui Navigli. Casualmente qualche week end fa avevo scoperto un caffè molto carino proprio lì all’inizio del Naviglio Grande, quello dove ci sono tutti i locali che dall’ora dell’aperitivo in poi si riempiono di gente e rimangono aperti fino a notte fonda. Il mattino successivo, tuttavia, quando tante persone sono ancora a letto mezze addormentate e si godono quella sensazione di torpore sotto il morbido piumone, il Naviglio prende nuova vita e si risveglia poco a poco mentre il sole inizia ad alzarsi, regalando quei colori e odori tipici di primavera.

Così guardando il cielo terso e quel sole che poco alla volta avanza all’orizzonte, mi incammino fra le bancarelle che esibiscono oggetti di ogni genere e risalgo il naviglio perdendomi quà e la nell’osservare questa enorme quantità di cose che i commercianti si accingono a vendere. Ho sempre adorato il mercato con i suoi colori e profumi, quella sensazione di vivacità tipica dei luoghi di quartiere che solo lui è in grado di trasmettere. Poi ad un tratto vengo distratta dall’odore del pane appena sfornato, lo sento uscire da una panetteria che timidamente si accinge ad alzare la saracinesca quando finalmente  il mio sguardo incrocia l’insegna del “mio” bar. Cappuccino e brioches alla marmellata, comodamente seduta sulla sedia , sguardo al Naviglio e alla sua splendida camminata, per ora ancora poco affollata.

Ma tempo di consumare la mia colazione, fare due chiacchiere, godermi momenti come questo di sano relax e vera vita, per poi rialzarmi a fare due passi che ecco è arrivata un sacco di gente, giovani coppie mano nella mano, turisti curiosi che scattano foto da album dei ricordi, famiglie e bambini. Il Naviglio si è svegliato, è animato e vivace, così mi immergo in quella serpentina di folla, curiosando anch’io qua e là fra le bancarelle allegre e colorate. Mi godo per un attimo lo scorrere del tempo in quella cornice che per qualche ora mi sembra non essere Milano, perchè regala quella sensazione di sentirmi catapultata fuori dalla tipica frenesia milanese di tutti i giorni. Del resto è Domenica e come tale è fatta per prendersi i propri tempi, senza sensi di colpa nè risentimenti😉

20150329_101039

20150329_101142

20150329_101323

20150329_101718

20150329_102046

20150329_102107

20150329_102116

20150329_113816

20150329_113824

Studio_20150329_142508

Studio_20150329_142752

Studio_20150329_143003

Studio_20150329_143154

Studio_20150329_143419

Studio_20150329_143723

Studio_20150329_143921

Studio_20150329_144042

Studio_20150329_144016

20150329_100943

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...